Un cestino per amico

Non ci rendiamo conto di quanti disastri può fare la mancanza di un buon cestino.

Non intendo il cestino della carta straccia, bensì un cestino per le idee di cui ci innamoriamo e che non hanno una validazione oggettiva.

Agli inizi, come graphic designer, qualcuno mi offrì questo strumento. Subito lo trovai fastidioso: come potevano le mie invenzioni essere da buttare? Ma dopo svariati insuccessi, mi resi conto che qualcosa non andava. Arrivai, finalmente, a capire che il mio giudizio era condizionato dal mio «innamoramento» per i miei lavori.

Passando al campo del business e delle strategie, mi sono reso conto che le cose non cambiano. Quanti imprenditori sono convinti della giustezza della loro idea, a prescindere? Quanti perseverano senza prendere neppure in considerazione la possibilità di aver imboccato la strada sbagliata?

Questo strumento, un bel cestino per le idee sbagliate, teniamocelo stretto e impariamo a usarlo. Subito ci farà soffrire, ma alla lunga sarà la nostra salvezza.